own|shop
  • Carrello
  • Login
  • Pagamento
  • Confirma Ordine
  • Controllo sistema
  • Accesso ai contenuti
Own Air consiglia

  • € 2,99
Sign-up for a subscription!

Get access to our content at a monthly fee and don’t worry about per item cost.

More

Documentario

Justin Bieber's Believe

Justin Bieber's Believe è un film-concerto biografico e sequel di Never Say Never. Il film è incentrato sull'ascesa internazionale del fenomeno canadese mentre è impegnato nel suo Believe Tour. Nelle nuovissime interviste con Bieber, il film rivela le risposte tanto attese a domande sulla sua passione per la musica, sulle sue relazioni e sul crescere sotto i riflettori, così come riprese mai viste dei concerti e un eslclusivo accesso al dietro le quinte. Il film presenta anche interviste con la madre di Justin, Pattie Mallette, il suo mentore Usher Raymond IV, il manager Scooter Braun, l'artista Ludacris, e tanti altri.

From US$ 4.73

Compro Oro, vivere Jazz vivere Swing (HD)

Questo documentario ritrae uno spaccato della città di Torino tra gli anni 60/70 esaltandone le sue caratteristiche sì di città industriale, ma anche fucina di fermenti letterari, sociali e musicali. Rappresenta una piccola parte del grande mosaico sociale e culturale di quel periodo, ricostruendo attraverso le testimonianze e i suoni di alcuni dei protagonisti, il fermento musicale dell'epoca.
Partendo dagli anni ‘30, narra la storia dei jazzisti di colore che lasciati gli States, si trasferirono in Europa stabilendosi principalmente a Parigi e da lì arrivarono poi a Torino, allo Swing Club.
I musicisti che hanno frequentato lo Swing erano le leggende del jazz: Kenny Clarke, Art Blakey, Mal Waldrom, Gato Barbieri, Chet Baker per citarne alcuni.
La storia di questo locale sarà il pretesto per raccontare il Jazz come stile di vita. Per mano ad alcuni protagonisti informati sui fatti, rappresentanti di due generazioni a confronto nella Torino di oggi, scopriremo la valenza sociale dello Swing Club, il suo inserirsi nel contesto storico, politico e sociale nella Torino industriale di quegli anni. Un confronto che non si limiterà alla memoria di un’epoca, ma giungerà fino ai giorni nostri.

From US$ 12.58
  • (2)

La passione e la ragione

“La Sindone è vera, ed è una radiografa. Lo hanno scoperto i russi una trentina di anni fa, in piena Guerra Fredda. E quella radiografa è stata “scattata” nel 33 d.C.”. Quando il professor Alberto Carpinteri, capelli bianchi, fronte ampia, occhiali, accento bolognese e voce pacata, seduto di fonte alla conduttrice di “Geo&Geo”, alle 7 della sera di lunedì 24 febbraio 2014, fnisce il suo intervento, pochi si sono resi conto che il dibattito tra fede e scienza aveva fatto clamorosamente corto circuito. Dunque: quel telo di lino non è un falso medievale, né un dipinto. Quell’impronta è del corpo di un uomo, è databile 33 d.C. e ad averla provocata è stata l’energia scatenata dal terremoto che ha colpito Gerusalemme quell’anno. A sostenerlo è un professore Ordinario di Scienza delle Costruzioni presso il Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica del Politecnico di Torino. Non un alto prelato. Mistero risolto? Non proprio. Questo dicumentario affronta inmaniera insolita e ancora avvincente uno dei grandi misteri della fede di tutti i tempi.

From US$ 5.22

La vera memoria

Il tema centrale del film è la riproduzione e la sopravvivenza del passato. A partire dal ricco materiale di repertorio storico degli anni ’70 sulle lotte operaie alla Fiat chiuse con la Marcia dei Quarantamila dell’ottobre 1980 (con estratti da film di Antonello Branca e Pietro Perotti), il film si pone come una riflessione sia su quella fondamentale memoria storica sia su quegli stessi film che ce la restituiscono – e in particolare sulla loro natura di oggetti degradati, in quanto, per l’appunto, oggetti del passato. Nel corso di una serie di incontri col teorico del restauro Paolo Cherchi Usai, col Direttore del Museo Nazionale del Cinema Alberto Barbera e con l’archeologo Massimo Vidale il discorso viene allargato al campo della teoria del restauro: e nel contempo – in parallelo con le argomentazioni di ordine storico e teorico – un "film nel film" girato nei aboratori di restauro cinematografico dell'Eurolab Italia di Roma illustra le diverse fasi di decadimento fisico e fotochimico a cui è soggetta una pellicola, nonché le sofisticate tecniche grazie alle quali è possibile ripararla e rigenerarla tramite le più aggiornate e sofisticate tecnologie digitali, realizzando di fatto il duplice mito dell’immortalità e dell’eterna giovinezza del cinema.

From US$ 5.22

50 Italiani

Cinquanta Italiani: sono gli uomini che, nei territori occupati dall’esercito italiano, hanno salvato le vite di migliaia di ebrei durante l’Olocausto. Questo documentario racconta la storia di alcuni di loro e quella di alcuni degli uomini che hanno salvato. Il film ripercorre, attraverso documenti inediti come lettere e diari ma anche testimonianze dirette degli Ebrei salvati oltre ad approfondimenti di storici dell’Olocausto, gli anni dal 1941 fino all’annuncio dell’armistizio, l’8 settembre del 1943. Questi 50 Italiani, esponenti di spicco del regime fascista, militari e diplomatici di alto rango, usarono qualsiasi espediente a loro disposizione per non consegnare gli Ebrei alla Germania. Una storia nota a pochi che viene svelata grazie alla documentazione storica, il sostengo di immagini e fotografie contestualizzate del periodo e testimonianze esclusive.


"Tutti noi conosciamo il destino degli ebrei deportati dai tedeschi.  Verranno uccisi.  Tutti loro: donne, anziani, bambini.  Noi non dobbiamo far parte, nè assistere a tale atrocità.  Duce, sei pronto a prenderti una tale responsabilità?" Giuseppe Bastianini (sotto segretario al Ministero degli Esteri) a Benito Mussolini.

From US$ 3.93

Dirty wars

Il giornalista investigativo Jeremy Scahill, autore del bestseller internazionale Blackwater, insegue la verità nel cuore delle guerre segrete americane, dall'Afghanistan allo Yemen, passando per la Somalia e oltre. Ciò che inizia come un'indagine su un raid notturno statunitense andato terribilmente storto, in un angolo remoto dell'Afghanistan, si trasforma rapidamente in un'indagine globale su una delle unità militari più potenti e segrete della storia americana. Man mano che Scahill scava in profondità nelle attività del Joint Special Operations Command (JSOC), è costretto a confrontarsi con le verità dolorose sulle conseguenze di una guerra senza fine, che si estende ugualmente attraverso le amministrazioni repubblicane e democratiche.

From US$ 4.73

Le cose belle

Si dice che il tempo aggiusta tutto… Ma chissà se il tempo esiste davvero? Forse il tempo è solo una credenza popolare, una superstizione, una scaramanzia, un trucco, una canzone. Il tempo si passa a immaginare, ad aspettare, e poi, all'improvviso, a ricordare. Ma allora, le cose belle arriveranno? O le cose belle erano prima? La fatica e la bellezza di crescere al Sud in un film dal vero che narra tredici anni di vita. Quella di Adele, Enzo, Fabio e Silvana, raccontati in due momenti fondamentali delle loro esistenze: la prima giovinezza nella Napoli piena di speranza del 1999 e l'inizio dell'età adulta in quella paralizzata di oggi.
Quando nel 1999 Agostino Ferrente e Giovanni Piperno realizzarono Intervista a mia madre, un documentario per Rai Tre che voleva raccontare dei frammenti di adolescenza a Napoli, ai loro quattro protagonisti chiesero come immaginassero il proprio futuro: loro risposero con gli occhi pieni di quella luce speciale che solo a quell’età possiede chi ancora sogna “le cose belle” e con quell’autoironia tipica della cultura partenopea che li aiuta a sdrammatizzare, esorcizzare e talvolta rimuovere gli aspetti problematici della vita. Al tempo stesso da quegli occhi traspariva una traccia di scaramantico disincanto. Forse perché la catastrofe imminente, sempre in agguato, è una minaccia – nonché un alibi – che rende spesso le loro vite cariche di rassegnazione.
Dieci anni dopo, passando dalla Napoli del rinascimento culturale, che attirava artisti da tutto il mondo, a quella sommersa dall’immondizia, i registi sono tornati a filmare i loro quattro protagonisti per un arco di quattro anni: oggi l’auto-ironia ha ceduto il posto al realismo, e alle “cose belle” Fabio, Enzo, Adele e Silvana non credono più. 
O forse hanno imparato a non cercarle nel futuro o nel passato, ma nell’incerto vivere della loro giornata, nella lotta per un’esistenza, o sarebbe meglio dire resistenza, difficile ma dignitosa: spesso nuotando controcorrente, talvolta lasciandosi trasportare.

US$ 6.66
  • (1)

Almas en juego_sottotitoli_spagnolo

Tra Colombia e Italia, un viaggio per raccontare una moderna storia d'amore. Lui è italiano ed ha avuto una storia con una prostituta. Lei è colombiana ed ha avuto una storia con un drogato di crack da cui nasce un figlio. Vite parallele, separate da un oceano, che sembravano destinate a non incontrarsi mai, ma il miracolo lo fa la chat di un social network. I due iniziano a scriversi quasi per gioco, ma poi giocando si innamorano. Giocando, decidono di conoscersi nel mondo reale e vanno a vivere insieme, dapprima in Colombia, poi in Italia, in un piccolo paesino di montagna vicino Roma, dove sono entrambi in cerca di un lavoro e di reinventarsi una vita. Il bambino che stanno crescendo insieme, legge "Pinocchio", ricostruendo, a modo suo, la folle e romantica avventura di sua madre e del suo nuovo papà italiano.

US$ 12.58

Almas en juego_english-subtitles

Tra Colombia e Italia, un viaggio per raccontare una moderna storia d'amore. Lui è italiano ed ha avuto una storia con una prostituta. Lei è colombiana ed ha avuto una storia con un drogato di crack da cui nasce un figlio. Vite parallele, separate da un oceano, che sembravano destinate a non incontrarsi mai, ma il miracolo lo fa la chat di un social network. I due iniziano a scriversi quasi per gioco, ma poi giocando si innamorano. Giocando, decidono di conoscersi nel mondo reale e vanno a vivere insieme, dapprima in Colombia, poi in Italia, in un piccolo paesino di montagna vicino Roma, dove sono entrambi in cerca di un lavoro e di reinventarsi una vita. Il bambino che stanno crescendo insieme, legge "Pinocchio", ricostruendo, a modo suo, la folle e romantica avventura di sua madre e del suo nuovo papà italiano.

US$ 12.58

Almas en juego

Tra Colombia e Italia, un viaggio per raccontare una moderna storia d'amore. Lui è italiano ed ha avuto una storia con una prostituta. Lei è colombiana ed ha avuto una storia con un drogato di crack da cui nasce un figlio. Vite parallele, separate da un oceano, che sembravano destinate a non incontrarsi mai, ma il miracolo lo fa la chat di un social network. I due iniziano a scriversi quasi per gioco, ma poi giocando si innamorano. Giocando, decidono di conoscersi nel mondo reale e vanno a vivere insieme, dapprima in Colombia, poi in Italia, in un piccolo paesino di montagna vicino Roma, dove sono entrambi in cerca di un lavoro e di reinventarsi una vita. Il bambino che stanno crescendo insieme, legge "Pinocchio", ricostruendo, a modo suo, la folle e romantica avventura di sua madre e del suo nuovo papà italiano.

US$ 12.58
  • (1)

Fuoco amico

Il 12 settembre 1990 Davide Cervia svanisce nel nulla. Un buco nero sembra averlo inghiottito. Ma dietro questa nisteriosa scomparsa si nasconde una sconcertante verità. Il passato torna a bussare alla porta del trentunenne sanremese, segnando in maniera indelebile la sua vita e quella dei suoi familiari. fuoco Amico è il racconto intimo e privato di un'odissea pubblica, un viaggio tra le testimonianze, le parole, i ricordi legati ad uno dei tanti Segreti di Stato taciuti e non ancora rivelati.

From US$ 6.53
  • (5)

In viaggio con i pupi

Con Mimmo Cuticchio e il suo carro dei pupi siciliani in giro per l'Italia.

From US$ 3.93

L'ultimo pastore

Renato Zucchelli è l’ultimo pastore rimasto in una metropoli.
E ha un sogno: portare il suo gregge nel centro inaccessibile della città per incontrare
i bambini che non lo hanno mai visto, mostrando loro che la libertà e i sogni saranno sempre possibili finché ci sarà spazio per credere in un ultimo pastore…che conquistò la città con il suo gregge e con la sola forza della sua fantasia.

From US$ 6.66

Diversamente giovane

La vita dell’avvocato Giovanna Cau sullo sfondo di sessanta anni di storia italiana raccontato dalla sua viva voce e da quella delle persone, i suoi clienti e i suoi amici, che la conoscono e che con lei hanno lavorato e vissuto, condividendo onori, idee politiche e successi, ma anche momenti più seri e drammatici. Un miracolo di longevità, lungimiranza e di intelligenza, per uno sguardo disincantato e concreto su come i grandi del cinema italiano hanno fatto la storia di questa arte: una biografia esemplare di donna impegnata nella politica, nella cultura, nella famiglia e nel lavoro.

From US$ 3.93

Profughi a Cinecittà

Roma, 1943. I tedeschi tengono ancora la capitale sotto scacco, compresa la città del cinema, occupata dai carri armati che circolano nei teatri di posa. Quando se ne vanno, non prima di aver fatto razzia delle apparecchiature migliori, i nazisti lasciano dietro di sé il desolante spettacolo di un corpo in rovina. Immediatamente requisita dagli Alleati angloamericani, decisi a cancellare le tracce di un'industria cinematografica istituita dai fascisti, Cinecittà viene utilizzata per la creazione di un campo profughi.

From US$ 3.93
  • (1)

I picciotti del Profeta

Il documentario racconta come il mondo Arabo ha influenzato la Sicilia attraverso i secoli: dall' abbigliamento ai costumi, dalla cucina agli attrezzi da lavoro.

From US$ 3.93

Terramatta

La ricostruzione della storia di Vincenzo Rabito, le cui memorie scritte in una lingua a metà tra il dialetto e l'italiano, sono state premiate nel 2000 nel concorso diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano e poi pubblicate da Einaudi. Nato nel 1899, orfano di padre, Vincenzo si arruola giovanissimo per andare in guerra e durante tutti gli anni trascorsi lontano dalla Sicilia, sogna di poter tornare al paese natio per ricostruirlo. Il documentario di Costanza Quatriglio ripropone le memorie della guerra, della ricostruzione di un uomo del popolo che, da semianalfabeta, visse intensamente anni cruciali della nostra storia e morì letterato nel 1981.

From US$ 3.93
  • (1)

Monicelli La versione di Mario

ll documentario nasce dall’incontro di cinque persone che hanno conosciuto, ammirato e amato Mario Monicelli. Qualche anno fa Wilma Labate, Felice Farina e Mario Gianni decisero di passare una giornata con lui e di riprendere con le telecamere a mano non un’intervista ma una chiacchierata a ruota libera, per cercare di catturare quel suo sguardo sulla vita oltre che sul cinema, che è senz’altro un punto di riferimento prezioso e raro. Mario Canale e Annarosa Morri hanno incontrato Monicelli in vari momenti della sua carriera: dai set alle interviste sui più diversi argomenti, in situazioni pubbliche e private, raccogliendo testimonianze e ricordi spesso irriverenti ma sempre precisi e taglienti. Da questi materiali, usati assieme al repertorio, con le cose più divertenti, buffe e tranchant di Monicelli uomo e cineasta, è nato il progetto di un ritratto complessivo, diviso in cinque capitoli: Mestiere, Origini, Confidenze, Ridere e Politica.

From US$ 6.53

Maschere crude

Italia, XX secolo. Il fascismo è una gigantesca scena teatrale, che, improvvisamente, crolla. Dopo il fascismo viene eretta un’altra scena, la Repubblica, con l’aiuto degli Stati Uniti, per garantire la ricostruzione. Dopo la ricostruzione, il progresso, a cura del partito di maggioranza, la Democrazia cristiana. Quindi, scoppia la rivolta, uomini, donne e giovani valutano tutte le possibilità attorno alle quali convogliare diritti e bisogni. Dopo la rivolta, la caduta, verso il conformismo della civiltà di massa. L’epilogo riguarda tutto e tutti, fino al baratro inaugurato dal caso della loggia P2, con cui inizia una nuova fase della storia della Repubblica. Questa scena italiana si intreccia con la scena vera e propria, il teatro, che in questi anni è prevalentemente il teatro del regista, da Visconti a Strehler, da Trionfo a Squarzina, da Enriquez a Scaparro. Il teatro del regista, teatro alto e popolare al tempo stesso, punta a mettere a nudo, e crudo, la maschera della politica. Di questo desiderio, o ambizione, tratta Maschere crude.

From US$ 3.93